• Tradurre risparmiando

    Revisioni, Traduzioni • 29.09.2019

    Se avete letto il post precedente, forse starete pensando:

    Ok, ok, ho capito che devo affidarmi a un professionista madrelingua. Però vorrei comunque risparmiare il più possibile! Come posso fare?

    Beh se, ad esempio, avete bisogno di una traduzione dall’italiano all’inglese e ritenete di avere un livello di inglese davvero ottimo (o che vostro cugino lo abbia), una soluzione ci sarebbe. Ma dovete essere disposti a correre dei rischi. Ora mi spiegherò meglio.

    Supponiamo, appunto, che il mio post vi abbia convinto, ma che il budget a vostra disposizione sia davvero ridotto o anche solo che vi dispiaccia affidare i vostri testi a un professionista esterno quando voi conoscete così bene l’inglese. Ebbene, in tal caso potreste realizzare voi la traduzione e poi, per accertarvi che non contenga errori grammaticali o stilistici, rivolgervi a un professionista madrelingua affinché effettui la sua revisione.

    La revisione, infatti, è quel servizio che consiste nel controllo di un testo tradotto per correggerne gli eventuali refusi, errori grammaticali, stilistici o di traduzione.

    E poiché per fare una revisione si impiega molto meno tempo rispetto a una traduzione, il suo prezzo è decisamente più basso.

    In media, una revisione costa circa un 1/3 del prezzo di una traduzione.

    Un bel risparmio, non c’è che dire!
    Ma, come vi accennavo, bisogna anche amare il rischio, in quanto esiste la possibilità che nessuno accetti di controllare la vostra traduzione.

    Prima di accettare un incarico di revisione, infatti, ogni professionista chiede di poter dare un’occhiata al testo, così da valutarne il livello di qualità: a volte il testo da rivedere è messo così male, ma così male, che in pratica deve essere ritradotto! E nessuno accetterebbe di svolgere una traduzione a un terzo della tariffa.

    Nel malaugurato caso la vostra traduzione venga considerata pessima, quindi, avrete sprecato del tempo prezioso e, per di più, dovrete prendere una decisione difficile: fregarvene e usare lo stesso la vostra traduzione, oppure farla rifare a un traduttore professionista, pagando una cifra non preventivata?

    Sia sempre lodata l’autostima ma, credetemi, la scelta di affidare una traduzione a un professionista madrelingua è sempre la più saggia e lungimirante. È la scelta più professionale e l’investimento più sicuro.

    Se però state leggendo questo post troppo tardi e, ad esempio, è già online la traduzione in inglese del vostro sito – fatta da voi e controllata da nessuno – potreste ricevere un feedback sulla sua qualità affidandovi al mio servizio di check-up gratuito: uno dei miei collaboratori madrelingua darà un’occhiata alla vostra traduzione e vi dirà se è perfetta (complimenti!), se ha bisogno di qualche piccola correzione (ovvero di una revisione) o se invece è del tutto incomprensibile (in tal caso è meglio correre ai ripari con una traduzione professionale).
    Ovviamente vi saranno forniti degli esempi a supporto del “responso finale” e poi sarete voi a decidere come, ma soprattutto se, procedere. Questo servizio, infatti, non solo è gratuito ma anche del tutto non vincolante.

    Concludendo, per farvi capire quanto possa essere inutile e imbarazzante una traduzione fatta male, vi invito a visitare la pagina Facebook TDM – La Traduzione di Merda, dovete potrete vedere alcuni esempi di pessime traduzioni in giro per il mondo. Vi agevolo qui di seguito una diapositiva:

    Se vi siete decisi a ricorrere a un servizio di traduzione o revisione professionale, o se volete maggiori informazioni al riguardo, non esitate a contattarmi attraverso l’apposito form. Sarò più che felice di aiutarvi e di chiarire ogni vostro dubbio al riguardo.
    Ricordate: il vostro business è una cosa seria, e come tale deve essere trattato. Va bene essere amanti del rischio, ma non vorrete mica rischiare di farvi ridere dietro?

  • Pin It on Pinterest